L’importanza della noia

L'importanza della noia. Articolo blog. Annoiarsi aiuta a crescere.

Periodo estivo significa fine delle attività scolastiche e dei vari impegni sportivi, musicali o creativi dei nostri figli e spesso, per noi genitori, corrisponde ad un momento di tormento perché dobbiamo pensare a come organizzare le giornate dei nostri bambini, specialmente se siamo impegnati con il lavoro.

Anche per la nostra famiglia è arrivato questo momento travagliato. Nonostante le mie bambine siano ancora relativamente piccole (età prescolare) il pensiero di impegnarle e organizzare attività per riempire le loro giornate e tenere lontana la noia è già ben presente.

La scorsa settimana però si è verificato un episodio che mi ha costretto a fermarmi a riflettere un po’ meglio su tutto ciò.

L'importanza della noia. Articolo blog. Annoiarsi aiuta a crescere. Riflessioni sull'importanza della noia. Eleonora, la mia primogenita, durante un lavoretto creativo che io e mia moglie avevamo pensato e programmato pensando di fare una cosa gradita a loro, mi ha guardato e mi ha detto “Io sono stanca. Mi fai sempre fare cose, lavoretti e io non mi diverto. Non faccio mai quello che voglio.”

Io: “E cosa vorresti fare?”

Eleonora: “Un bel niente!”

Touché!

La reazione di Eleonora mi ha lasciato molto perplesso. Ma soprattutto mi ha portato a chiedermi se effettivamente tutte queste energie, che io e mia moglie stiamo spendendo per organizzare le giornate e le attività per le bambine, non sia una necessità più per noi adulti che per le bambine.

Ho cominciato così a leggere e informarmi su questo argomento. Per cercare di capire un po’ meglio dove e come abbiamo sbagliato e per capire come comportarmi per migliorare.

In moltissimi articoli, sia di settore che blog, ho trovato spessissimo due citazioni che mi hanno fatto molto riflettere:

“La capacità di annoiarsi permette al bambino di crescere” – dello psicoanalista Adam Phillips;

“Se i genitori trascorrono tutto il tempo a riempire il tempo libero dei loro figli, allora il bambino non avrà mai la possibilità di imparare a fare questo per se stesso” – della psicologa infantile Lyn Fry.

Secondo me questi due pensieri ci forniscono un suggerimento, un consiglio molto utile a noi adulti e genitori in quest’epoca dell’iperconnessione.

Se lascio il tempo alle mie bambine di annoiarsi (o come dice Eleonora “ fare un bel niente!”) allora, prima o poi, troveranno anche come impegnare il tempo con le attività che preferiscono.

Ma allora perché noi adulti cerchiamo sempre di impegnare il nostro tempo e quello dei nostri figli?

Il filosofo e matematico Blaise Pascal (1623-1662) ha scritto “Tutti i problemi dell’umanità derivano dall’incapacità dell’uomo di sedere tranquillamente in una stanza da solo”.

L'importanza della noia. Articolo blog. Annoiarsi aiuta a crescere. Riflessioni sull'importanza della noia. Con questo pensiero Pascal voleva dire che noi uomini temiamo il silenzio e la noia e per questo scegliamo le distrazioni che rappresentano un falso conforto della mente perché ci impediscono di fare attenzione alle nostre reali emozioni.

Non trovate questa dichiarazione molto adatta ai nostri tempi?

In fin dei conti perché non provare anche noi adulti ad annoiarci un po’?

Il tempo delle vacanze può essere uno dei momenti più adatti e opportuni per provare! Il tempo giusto per annoiarsi e quindi metterci un po’ in ascolto di noi stessi per capire meglio chi siamo, che cosa ci piace, che cosa possiamo fare per coltivare meglio i nostri interessi e le nostre passioni. E per cercare di capire, soprattutto, quali sono le cose essenziali che ci fanno stare bene, al di là degli inevitabili condizionamenti che la società moderna e gli stili di vita ci impongono.

Io ci provo e a voi tutti auguro buona noia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *