4 MOTIVI PER FAVORIRE IL GIOCO LIBERO

Il gioco destrutturato. Il gioco libero. 4 motivi per scegliere il gioco destrutturato.

“Uffa che noia, non so a cosa giocare!”.

Vi è mai capitata una giornata in cui il vostro bambino fosse attanagliato dalla noia?

A me sì!

E quando è successo ho pensato “Non può essere vero quello che stanno sentendo le mie orecchie!!!! Una bambina che non sa a cosa giocare? Con un salotto pieno di giochi?”

Inevitabile anche il pensiero successivo “Dove ho sbagliato se una bambina di 5 anni già si annoia e non sa a cosa giocare?”
I pensieri e le riflessioni mi hanno accompagnato per parecchi giorni finché sono arrivato alla mia soluzione personale:

nel mio salotto c’erano troppi giochi.

Così in modo graduale io e mia moglie abbiamo cominciato a svuotare il salotto dai molti giochi presenti.

Per “eliminare” i giochi abbiamo scelto la formula del processo lento. Abbiamo cominciando da quelli più obsoleti e quasi dimenticati per passare a quelli meno utilizzati fino ad arrivare ad una situazione più “vivibile”.

Nel corso di questa riorganizzazione mi ero preparato a scenate di pianto e tristezza da parte delle mie bambine ma in realtà con mio stupore e allo stesso tempo soddisfazione le mie bambine hanno cominciato a collaborare a questa nuova attività.

Nel corso delle settimane successive a questo cambiamento il salotto più libero dai giochi in esubero ha portato ad un aumento del gioco destrutturato cioè del gioco libero. Libero da strutture e da percorsi imposti.

Il gioco destrutturato è il gioco inventato in cui le regole sono create dai bambini stessi e gli strumenti di gioco sono un mix tra giocattoli veri e propri e oggetti d’uso quotidiano.

Le mie bambine hanno cominciato ad apprezzare moltissimo questo tipo di gioco e adesso sono loro stesse che propongono soluzioni e idee che spesso mi lasciano piacevolmente stupito.

Favorire il gioco libero e destrutturato a mio avviso determina dei miglioramenti nella crescita e nello sviluppo complessivo del bambino. O perlomeno questa è la sensazione che io sto vivendo con le mie bambine.

I motivi per cui lo consiglio sono:

  1. Sviluppo della creatività e dell’immaginazione dei bambini
  2. Sviluppo dell’intraprendenza individuale e della curiosità
  3. Possibilità di toccare, utilizzare e sperimentare un maggior numero di materiali durante lo stesso gioco (legno, carta, plastica, scotch, colla, tessuti, fiori, ecc ….)
  4. Sono sempre stato un sostenitore dei materiali naturali a scapito della plastica per favorire il rispetto della natura e le esperienze sensoriali.

L’attività del gioco libero è stata molto utile anche durante le vacanze estive in cui a volte il troppo tempo a disposizione porta alla paradossale situazione del “non so cosa fare”…..

Con le foto più sotto faccio una breve sintesi di alcuni giochi e oggetti che le mie bambine hanno inventato e realizzato raccogliendo il materiale durante qualche passeggiata e utilizzandolo assieme a qualche gioco: un pupazzo di legno, una macchinina, una pista per automobili e un elicottero molto biologico!

E voi avete già avuto esperienze simili con i vostri bambini?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *